Il bilancio partecipativo come forma di coinvolgimento diretto degli studenti nelle scelte operative della scuola.

L’obiettivo è duplice: da un lato, rafforzare il senso civico dei partecipanti e stimolare, fin da quest’età, pratiche di cittadinanza attiva; dall’altro, incoraggiare una riappropriazione degli spazi e una maggiore consapevolezza e cura del bene comune da parte dei giovani partecipanti grazie al rafforzamento delle relazioni interpersonali.

L'approccio

Questo progetto consiste nel portare modelli e approcci partecipativi e deliberativi all'interno della comunità scolastica, in quei contesti ove le dinamiche decisionali e organizzative riproducono lo schema centralizzato della rappresentanza e della delega. Nel realizzare i bilanci partecipativi nelle scuole, BiPart ha utilizzato la metodologia già implementata nelle esperienze dei comuni, coinvolgendo nei coordinamenti interni del processo (il cui compito è di progettare il percorso partecipativo) tutti gli stakeholder della scuola, in particolar modo gli studenti, impiegati peraltro come facilitatori nelle assemblee di classe e come supervisori del processo, nonché moltiplicatori della comunicazione all’interno delle strutture scolastiche.

31 maggio 2018
presso BASE Milano con la presenza dell'URS Lombardia

Bilancio partecipativo e sostenibilità: scuole e comuni a confronto

Obiettivi e risultati

Il percorso formativo punta a dotare i ragazzi e le ragazze coinvolti delle competenze necessarie a progettare e condurre processi di civic engagement ibrido in contesti comunitari complessi, nonché un'iniziativa imprenditoriale rivolta alla comunità. Tali skills, trasversali alle discipline e spendibili sul mercato del lavoro, vano dalle competenze organizzative, alle capacità grafiche, comunicative e di facilitazione, nonché conoscenze in ambito software o di gestione di community online.

Unisciti a noi

Attiva un processo partecipativo nel tuo comune

Contattaci