Uno Stato non ha bisogno di cittadini che conoscano le regole.
Ha bisogno di cittadini che ne comprendano il significato.

Il progetto ambisce a proporre agli studenti delle scuole secondarie un percorso di partecipazione democratica e di educazione alla legalità attraverso la sperimentazione di un processo legislativo completo. Proporre agli studenti di vivere l’esperienza dell’iter legislativo di «formazione delle norme», in tutte le sue componenti, significa stimolarli a ricreare quelle connessioni sociali e democratiche che hanno dirette implicazioni sulla vita di ogni giorno.

Un Paese non funziona se i suoi cittadini non conosco il senso profondo, il «perché» delle norme, o se non esercitano mai, nemmeno a livello teorico, il processo legislativo di nascita delle leggi e il faticoso percorso democratico di sviluppo di una società orizzontale, fondata sul valore inalienabile della persona e delle relazioni dialogiche tra le stesse. Ciò significa che un Paese non funziona se i suoi cittadini non hanno una buona cultura civica e non partecipano attivamente alla vita dello stesso.

Lo stesso Disegno di legge n. 1264 del 1° agosto 2019 «Introduzione dell’insegnamento scolastico dell’educazione civica nelle scuole» ricorda che tale disciplina favorisce la condivisione e la promozione dei princìpi di legalità, cittadinanza attiva e digitale, sostenibilità ambientale, diritto alla salute e al benessere della persona.

Obiettivi

Il progetto è un processo deliberativo e democratico che permette agli studenti di apprendere l’iter legislativo che attribuisce senso e significato ai termini partecipazione e legalità.
Permette agli alunni di entrare tra le pieghe della formazione delle norme su cui si fonda il nostro sistema di diritto e, in caso di malfunzionamento, della complessità del processo necessario alla modifica di alcune sue parti.
Permette agli studenti di respirare la concretezza del vivere all’interno di un sistema democratico, con tutte le sue complessità, la sua forza e le sue fragilità, sfuggendo gradualmente alle dannose logiche di cinismo sociale e di apatia collettiva.
Consente di toccare con mano gli effetti devastanti della presenza di azioni corruttive o di infiltrazioni mafiose o, ancora, di immoralità politica.
Consente agli studenti di comprendere i processi decisionali del proprio Paese, favorendo negli stessi una maggiore conoscenza e consapevolezza dei vincoli e delle opportunità della gestione democratica, incoraggiandoli a dialogare e a confrontarsi tra loro, per avanzare esigenze condivise e proporre cambiamenti al sistema.

Il percorso didattico

Il percorso consiste in totale in 40 ore e puó essere suddiviso in 3 moduli didattici in cui progressivamente gli studenti vengono, in primis, formati su regolamenti e norme della vita politica e, in un secondo momento, sempre piú coinvolti nelle attivitá di studio, progettazione e realizzazione di una proposta di legge fino alla discussione finale da tenersi direttamente in Consiglio Regionale.

Modulo 1

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÁ, TRASPARENZA E PARTECIPAZIONE

Il progetto è un processo deliberativo e democratico che permette agli studenti di apprendere l’iter legislativo che attribuisce senso e significato ai termini partecipazione e legalità. Permette agli alunni di entrare tra le pieghe della formazione delle norme su cui si fonda il nostro sistema di diritto e, in caso di malfunzionamento, della complessità del processo necessario alla modifica di alcune sue parti.

Lezioni in aula
15 ORE

Modulo 2

LABORATORIO ITER LEGISLATIVO E COMMISSIONI

Il modulo permette agli studenti di respirare la concretezza del vivere all’interno di un sistema democratico, con tutte le sue complessità, la sua forza e le sue fragilità, sfuggendo gradualmente alle dannose logiche di cinismo sociale e di apatia collettiva. Consente di toccare con mano gli effetti devastanti della presenza di azioni corruttive o di infiltrazioni mafiose o, ancora, di immoralità politica. Consente agli studenti di comprendere i processi decisionali del proprio Paese, favorendo negli stessi una maggiore conoscenza e consapevolezza dei vincoli e delle opportunità della gestione democratica, incoraggiandoli a dialogare e a confrontarsi tra loro, per avanzare esigenze condivise e proporre cambiamenti al sistema attuale.

Lezioni in aula
25 ORE

Modulo 3

Lavori d'aula e votazione finale (con eventuale uscita didattica in Consiglio Regionale)

Gli studenti avranno a disposizione 3 ore per la discussione e la votazione finale del progetto di legge approvato in Commissione. L'esperienza potrebbe essere condotta direttamente in Aula Consiliare presso il Pirellone, saranno presenti i consulenti di BiPart che hanno seguito tutto l’iter legislativo e alcuni funzionari del Consiglio Regionale della Lombardia per garantire la corretta procedura e il giusto svolgimento dei lavori d’Aula.

Uscita didattica
3-4 ORE
Unisciti a noi

Attiva un processo partecipativo nel tuo comune

Contattaci